Patres

Vai ai contenuti

Menu principale:


L’associazione «Patres», costituita formalmente il 12 novembre 2010, ma già operante dal 2001, ha come scopo lo sviluppo degli studi sul rapporto fra culture antiche e il Cristianesimo delle origini. L’obiettivo che si propone è l’approfondimento della comprensione e la comunicazione del processo storico che è stato generato dall’incontro fra il Cristianesimo e le culture dei primi secoli della nostra epoca. Tale incontro è stato fondamentale per la genesi della civiltà occidentale La fecondità della relazione profonda, innestata inizialmente dai Padri fra fede e ragione, fra pensiero greco-romano e annuncio cristiano fonda una tradizione viva che deve essere ripresa continuamente nella sua storicità e che anche ora è significativa per la comprensione della contemporaneità, come attesta il magistero di Benedetto XVI.
 
La metodologia storica, caratterizzata dal rigore nell’esame delle fonti e nella determinazione dei loro contesti e da un approccio ai documenti alieno da definizioni previe o da deduzioni ideologiche, qualifica il nostro impegno di ricerca. Tale modalità di ricerca, in un confronto appassionato e coraggioso, ci è stato testimoniato esemplarmente da Marta Sordi negli anni di lavoro comune. Lungi però dal riproporre l’ipotesi di un’oggettività assoluta della conoscenza storica, secondo un modello di “scientificità” positivisticamente intesa come obiettivo raggiungibile e adeguato, crediamo che lo studio della storia non possa sottrarsi alla ricerca di senso, nel rapporto tra presente e passato, e implichi necessariamente la presenza di un soggetto che ponga ai documenti quelle domande che scaturiscono dalla propria esperienza in relazione al dibattito culturale in atto, come insegna Henri Irénée Marrou.
Crediamo inoltre che l’obiettivo di una comprensione della storia, libera da schemi ideologici precostituiti e al tempo stesso utile al presente, possa essere perseguito adeguatamente, nella specificità dei singoli processi, solo in una prospettiva di integrazione tra discipline diverse, con l’apporto di studiosi non solo delle diverse branche della storia antica ma anche della linguistica, della filologia, della filosofia e della teologia e della storia delle religioni secondo il metodo comparativo appreso da U. Bianchi.
 
Desideriamo collaborare con chiunque condivida, almeno in parte, questo tipo di approccio allo studio del mondo antico e tardo-antico. La nostra proposta è aperta al contributo di studiosi di vari settori e non solo agli specialisti del mondo antico, ma guarda con interesse anche al confronto con chi lavora in ambito moderno, in una convergenza multidisciplinare.
 

Riteniamo di vitale importanza che i risultati della ricerca specialistica non rimangano confinati al solo ambiente accademico, ma siano il più possibile condivisi e resi “pubblici”, in forme adeguate ad una comunicazione più ampia, così da offrire un contributo culturalmente significativo al dibattito contemporaneo.

Nelle illustrazioni:
Chiesa paleocristiana di S. Hrip'sime (Armenia)
Facciata della chiesa di San Giovanni in Sinis (comune di Cabras, OR)

Ultimo aggiornamento, Last Update 15/03/2021

Per contattarci:

Privacy Policy
 
Torna ai contenuti | Torna al menu